Testata sito Partecipa e Vinci! Home page di Paternità Oggi
     
 Email:
  
 Password:
  
  
Home Page > UOMINI CASALINGHI > Articolo Inserito il  24/02/2011

Il bimbo non mangia la verdura? Ecco i trucchi del pediatra   
PaternitÓ Oggi - Il bimbo non mangia la verdura? Ecco i trucchi del pediatra

 

Il bambino rifiuta le verdure? L’ora dei pasti per i genitori può trasfomarsi in un momento di alta tensione, con il consueto tira e molla per convincere il bambino a mangiare alimenti salutari ma non sempre di gradimento del piccolo.

 

Invece si stressarsi o rassegnarsi è bene apprendere quei pochi trucchi che possono facilitare l’inserimento dei vegetali nel menu dei piccoli senza incontrare troppe resistenze. Li suggerisce il pediatra dell’Università di Milano-Bicocca Italo Farnetani, autore di un’indagine su un campione di 231 pediatri italiani, appartenenti a tutte le regioni e presentata nel Convegno "I vegetali : caratteristiche nutrizionali e proprietà farmacologiche", appena conclusosi a Parma. Secondo i pediatri intervistati la maggior parte dei piccoli entro i 6 anni ha una spiccata predilezione per banane e spremute d’arancia.

Occorre quindi anzitutto adattarsi ai gusti dei bambini e puntare sul tipo di frutta o verdura che piace di più. Sta ai genitori di scoprirlo. Per quanto riguarda le altre verdure, quelle più "difficili", spesso il segreto sta nella preparazione: "I vegetali sono accettati, di solito, in queste preparazioni: pasta con pomodoro, patate fritte, pizza, polpette, purea, pomodori rossi, fagioli e riso".
Meglio evitare sughi con ingredienti solidi e pezzettoni che possono essere percepiti come fastidiosi. E’ importante anche la riconoscibilità degli ingredienti, evitando quelle salse che nascondono il contenuto. Il bambino vuole sempre riconoscere ciò che mangia.

Occhio poi alla "durezza": i bimbi non amano masticare troppo a lungo; e odiano i "fili", per esempio quelli dei fagiolini. "Attraverso questionari o colloqui diretti – racconta Farnetani – volevo poi individuare alcuni piatti tipici amati anche dai più piccoli". Fra le preparazioni promosse dall’esperto troviamo così tre piatti in particolare: le polpette di carne e melanzane, i fusilli con pesto alla siciliana a base di ricotta, e pasta e patate.


"Fra tutte le pietanze segnalate quella più appropriata sia dal punto di vista dell’accettabilità, sia dei requisiti nutrizionali è’ il piatto tipico del Sud: polpette di carne e melanzane", assicura Farnetani. "La ricetta – ricorda il pediatra – prevede anche di tritare nell’impasto uno spicchio d’aglio e un rametto di prezzemolo, ma il primo può esaltare troppo la sapidità e la vista dei pezzetti di prezzemolo possono creare diffidenza nel bambino perciò è consigliabile non usarli", raccomanda infine ai genitori che vogliono proporre le polpette ai figli.

figliefamiglia.it


PaternitÓ Oggi
Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere aggiornato
sulle news del sito e sulle novitÓ dell'Associazione PaternitÓ Oggi!






Ultimi 10 articoli di paternitaoggi.it
Il parto in casa: 10 domande da porre, prima di prendere una decisione
Il parto in casa: 10 domande da porre, prima di prendere una decisione
PapÓ mi rifaccio le tette! No, tu no!
Papà mi rifaccio le tette! No, tu no!
A quanto pare i genitori hanno anche questa colpa!
A quanto pare i genitori hanno anche questa colpa!
Attenzione ad offendere un ragazzo perchŔ insulti anche i genitori
Attenzione ad offendere un ragazzo perchè insulti anche i genitori
Sei un genitore creativo?
Sei un genitore creativo?