Testata sito Partecipa e Vinci! Home page di Paternità Oggi
     
 Email:
  
 Password:
  
  
Home Page > PRIMI ANNI > Articolo Inserito il  25/06/2013

I bambini parlano prima di saperlo fare  
PaternitÓ Oggi - I bambini parlano prima di saperlo fare

Per alcuni è “mamma”, per altri “papà”. E c’è anche chi, zio o zia, in quel suono primordiale riesce a captare il proprio nome di battesimo. Ma al di là delle contese familiari sul significato della prima parola del nuovo arrivato, l’articolazione dei primi suoni verbali dotati di senso dopo mesi trascorsi a interpretare i gesti più disparati rappresenterebbe soltanto un punto d’arrivo nello sviluppo delle capacità comunicative del piccolo. I bambini, infatti, secondo una recente ricerca condotta dall’Università di Chicago, comincerebbero ad acquisire le abilità linguistiche ancor prima di scandire la parola numero uno.

Nel corso della ricerca, presentata in occasione della riunione annuale dell’American Association for the Advancement of Science, i ricercatori di Chicago hanno studiato i comportamenti quotidiani di 50 bambini all’età di 14 mesi. Osservando ogni giorno per 90 minuti le interazioni quotidiane tra i piccoli e le figure-guida (quasi sempre le madri), gli scienziati hanno rilevato come i bimbi utilizzassero per comunicare un sistema di gesti ben strutturato, all’interno del quale a ogni gesto eseguito con le mani o con il capo corrispondeva un preciso e univoco significato. Si tratterebbe di un vero e proprio sistema di comunicazione, spiegano i ricercatori, propedeutico allo sviluppo delle capacità linguistiche.

Ma c’è di più. “A soli 14 mesi di età – spiega Susan Golden-Meadow, co-autrice dello studio – sembrerebbe impossibile individuare delle differenze nelle capacità comunicative tra i bambini. E invece si può”. Nel corso delle osservazioni i ricercatori avrebbero infatti individuato, a seconda del background socioeconomico dal quale i bambini provenivano, numerose disparità nei sistemi gestuali adottati.

Se i piccoli di bassa estrazione socio-culturale erano in grado di eseguire una media di 13 gesti dotati di significato nel corso dei 90 minuti di osservazione, i bambini di rango più elevato ne eseguivano invece ben 24. “Il numero dei gesti usati – continua Golden-Meadow – poteva anche raddoppiare da un bimbo all’altro. Il che significa che i bambini assimilano continuamente gli stimoli provenienti dall’ambiente familiare, anche nella fase prelinguistica o pregrammaticale”.

Ma non è finita qui. I ricercatori americani hanno studiato anche il vocabolario linguistico degli stessi bambini all’inizio del ciclo di studi scolastici. E hanno rilevato che i bambini che all’età di 14 mesi erano in grado di compiere più gesti degli altri possedevano, nel corso dell’infanzia, un vocabolario più ampio e diversificato di quello dei loro coetanei. Il che avvalorerebbe, secondo i ricercatori, la tesi che l’acquisizione delle capacità verbali abbia inizio già nella fase prelinguistica, quando cioè il bambino ricorre soprattutto alla comunicazione non verbale per interagire con il mondo esterno. “Ogni gesto che il bambino compie è associato a uno specifico significato – spiega Golden-Meadow –. Stimolando la gesticolazione, i genitori potrebbero quindi incoraggiare la creatività linguistica e l’intelligenza del piccolo”.

"Un esempio banale ma efficace? Se il bambino punta l’indice verso un cane - conclude l`esperto - la mamma potrebbe stimolarlo dicendogli ‘questo è un cane’. “La rilevanza educativa di questa scoperta – conclude Golden-Meadow - potrebbe rivelarsi eccezionale”.

fonte: salute24.ilsole24ore.com
 



PaternitÓ Oggi
Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere aggiornato
sulle news del sito e sulle novitÓ dell'Associazione PaternitÓ Oggi!






Ultimi 10 articoli di paternitaoggi.it
Il parto in casa: 10 domande da porre, prima di prendere una decisione
Il parto in casa: 10 domande da porre, prima di prendere una decisione
PapÓ mi rifaccio le tette! No, tu no!
Papà mi rifaccio le tette! No, tu no!
A quanto pare i genitori hanno anche questa colpa!
A quanto pare i genitori hanno anche questa colpa!
Attenzione ad offendere un ragazzo perchŔ insulti anche i genitori
Attenzione ad offendere un ragazzo perchè insulti anche i genitori
Sei un genitore creativo?
Sei un genitore creativo?