Testata sito Partecipa e Vinci! Home page di Paternità Oggi
     
 Email:
  
 Password:
  
  
Home Page > PATERNIT└ > Articolo Inserito il  28/10/2010

Carpi, cinque incontri per i padri che si mettono in gioco  
PaternitÓ Oggi - Carpi, cinque incontri per i padri che si mettono in gioco

Il Centro per le Famiglie dell’assessorato alle Politiche Sociali e il Centro Giochi Scubidù dell’assessorato alle Politiche Scolastiche organizzano un ciclo di cinque incontri serali (intitolato Padri in gioco) dedicato alla riflessione e al confronto sul tema della paternità e su ciò che pensano gli uomini nell’esperienza del diventare padri e fare famiglia al giorno d’oggi.

Padri in gioco, che prenderà il via martedì 2 novembre, prevede tre serate di confronto intervallate da due incontri di laboratorio durante i quali i papà, prima da soli poi insieme ai loro figli, potranno sperimentare giochi di movimento ed espressione corporea. Gli incontri sono a partecipazione libera e gratuita per tutti i papà. I laboratori sono invece ad iscrizione (per un massimo di 12 papà e 12 bambini dai 2 ai 4 anni di età). Tutti gli incontri si svolgeranno presso il Centro Giochi Scubidù di via Maiella 8.

Per informazioni ed iscrizioni: Centro per le Famiglie, viale De Amicis 59, tel. 059 649272 – centrofamiglie@carpidiem.it

Tags associati all'articolo Tags:  paternitàiniziativesocietà 


PaternitÓ Oggi
Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere aggiornato
sulle news del sito e sulle novitÓ dell'Associazione PaternitÓ Oggi!






Ultimi 10 articoli di paternitaoggi.it
Il parto in casa: 10 domande da porre, prima di prendere una decisione
Il parto in casa: 10 domande da porre, prima di prendere una decisione
PapÓ mi rifaccio le tette! No, tu no!
Papà mi rifaccio le tette! No, tu no!
A quanto pare i genitori hanno anche questa colpa!
A quanto pare i genitori hanno anche questa colpa!
Attenzione ad offendere un ragazzo perchŔ insulti anche i genitori
Attenzione ad offendere un ragazzo perchè insulti anche i genitori
Sei un genitore creativo?
Sei un genitore creativo?