Testata sito Partecipa e Vinci! Home page di Paternità Oggi
     
 Email:
  
 Password:
  
  
Home Page > RISPARMIARE > Articolo Inserito il  22/04/2010

Al via il prestito fino a 5000 euro per i genitori di bimbi nati tra il 2009 e il 2011  
PaternitÓ Oggi - Al via il prestito fino a 5000 euro per i genitori di bimbi nati tra il 2009 e il 2011

Da questa settimana  è diventato operativo il fondo di garanzia per il prestito di 5mila euro a tassi agevolati e garantiti dallo Stato a favore dei genitori dei bambini nati e adottati nel 2009, 2010 e 2011.
Il Fondo di credito è stato stanziato dal Dipartimento per le politiche della famiglia, presso la Presidenza del consiglio dei ministri, e ha l’obiettivo di aiutare i neo genitori alle prese con le numerose spese che l’arrivo di un figlio comporta.
Si tratta, infatti, di un credito che dovrà essere sì restituito all’istituto bancario scelto, ma che darà comunque la possibilità di affrontare con più serenità i conti con la farmacia e i negozi specializzati per l’acquisto di pannolini, latte, creme e omogeneizzati.
Così per sostenere tutte le mamme e i papà in difficoltà è stato facilitato loro l’accesso al credito attraverso il rilascio di garanzie alle banche e agli intermediari finanziari, come previsto dal Decreto legge n. 185/2008 - art. 4, comma 1 e 1bis.
Il prestito che, come detto, non può essere superiore ai 5.000 euro per ogni nuovo nato o figlio adottato nel triennio 2009-2011, non prevede limiti di reddito, può essere utilizzato per qualsiasi tipo di spesa e dovrà essere restituito nell’arco di cinque anni.
È possibile, anche, estinguere il debito in un’unica soluzione o con rate da concordarsi al momento della sottoscrizione del contratto di finanziamento. In ogni caso, l’arco temporale di restituzione del finanziamento deve essere concordato con la banca o l’intermediario. Ipotizzando, per esempio, un piano di rientro spalmato su 60 rate mensili, per un prestito di 5mila euro, si pagheranno poco più 94 euro al mese. Per 4mila euro, la spesa scende a 75 euro, fino ad arrivare a poco meno di 19 euro, per un finanziamento di mille euro.
La domanda deve essere presentata entro il 30 giugno dell’anno successivo all’adozione o alla nascita del figlio, ragion per cui per tutti i nati o i figli adottati quest’anno il termine ultimo di presentazione della domanda per poter accedere al prestito è quella del 30 giugno del 2011.
Per le adozioni nazionali, si farà riferimento alla sentenza di affidamento pre-adottivo o di adozione definitiva. Per quelle internazionali, invece, si considererà il provvedimento di autorizzazione all’ingresso e alla residenza permanente del minore, rilasciato dalla Commissione per le adozioni internazionali.
Un’attenzione particolare, è prevista, per i nuovi nati portatori di malattie rare, individuate dal Dlgs 124/1998, che usufruiranno di un ulteriore contributo, in conto interessi, che riduce il Taeg allo 0,5%. In questo caso, la domanda può essere presentata entro e non oltre il 31 dicembre 2011, anche, in modo contestuale, rispetto alla richiesta del finanziamento ammissibile alla garanzia del Fondo.
Le banche e gli intermediari finanziari che aderiscono all’iniziativa si sono impegnati ad applicare ai finanziamenti garantiti dal Fondo un tasso annuo effettivo globale (Taeg) fisso, non superiore al 50% del tasso effettivo globale medio (Tegm) sui prestiti personali, in vigore al momento in cui il prestito è concesso. Resta comunque facoltà degli istituti di credito l’erogazione del prestito, in quanto la presenza della garanzia del Fondo, permette un tasso agevolato ma non esonera le famiglie dall’obbligo di restituzione alle scadenze pattuite.
Sul nuovo sito www.fondonuovinati.it, è possibile acquisire informazioni sia sulla lista delle banche che aderiscono all’iniziativa, sia su quello che occorre per poter accedere al prestito.

fonte: miaeconomia.leonardo.it del 22 gennaio 2010



PaternitÓ Oggi
Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere aggiornato
sulle news del sito e sulle novitÓ dell'Associazione PaternitÓ Oggi!






Ultimi 10 articoli di paternitaoggi.it
Il parto in casa: 10 domande da porre, prima di prendere una decisione
Il parto in casa: 10 domande da porre, prima di prendere una decisione
PapÓ mi rifaccio le tette! No, tu no!
Papà mi rifaccio le tette! No, tu no!
A quanto pare i genitori hanno anche questa colpa!
A quanto pare i genitori hanno anche questa colpa!
Attenzione ad offendere un ragazzo perchŔ insulti anche i genitori
Attenzione ad offendere un ragazzo perchè insulti anche i genitori
Sei un genitore creativo?
Sei un genitore creativo?