Testata sito Partecipa e Vinci! Home page di Paternità Oggi
     
 Email:
  
 Password:
  
  
Home Page > UOMINI CASALINGHI > Articolo Inserito il  14/03/2011

PREZZI. Caro bebŔ, Federconsumatori: nel 2011 aumenti del 5% per le spese del 1░ anno di vita  
PaternitÓ Oggi - PREZZI. Caro bebŔ, Federconsumatori: nel 2011 aumenti del 5% per le spese del 1░ anno di vita

 

Fare un figlio oggi diventa sempre più difficile

. Alla base di questa difficoltà ci sono, sicuramente, problemi di natura economica. Soprattutto nel primo anno di vita del bambino, infatti, ci sono una serie di costi da sostenere. E questi costi diventano sempre più alti. Dall'analisi dell'Osservatorio Nazionale Federconsumatori emerge che nel 2011 si registra un aumento del 4-5% delle spese del primo anno di vita di un figlio rispetto al 2010. Le spese, cioè, variano da un minimo di 6.119 euro (il 5% in più rispetto ai 5.828 del 2010) ad un massimo di 13.486 euro (il 4% in più rispetto ai 12.988 del 2010).

In particolare per un passeggino si può spendere

da un minimo di 159 euro a un massimo di 425, con un aumento del 7-10% rispetto al 2010; i biberon costano fino al 27% in più; per un bagnetto si arriva a spendere fino a 89 euro. Quasi tutte le voci di spesa registrano aumenti di prezzo.

Allora cosa si può fare per risparmiare?

Utili sono i regali dei familiari, ma ci si può rivolgere anche al mercato dell'usato. Dopo la maternità, inoltre, più di tre famiglie su dieci sono costrette a chiedere aiuto a nonni e parenti, o a pagare salatamente per un asilo nido privato o per una babysitter a tempo pieno. I costi per l'asilo nido privato vanno da un minimo di 480 euro a un massimo di 700 al mese.

"Per aiutare le famiglie a sostenere tali costi

- ricorda Federconsumatori - esiste una misura di sostegno alle famiglie che hanno avuto un figlio o che lo hanno adottato nel 2009, 2010 o 2011. Tale misura, a differenza del Bonus Bebè previsto in passato, che consisteva in un contributo a fondo perduto, consiste in un finanziamento fino a 5.000 euro, utilizzabili per qualsiasi tipo di spesa, e da rimborsare in cinque anni. È, quindi, un prestito a tutti gli effetti più che di una misura a favore delle famiglie. Sarebbe necessario - conclude Federconsumatori - soprattutto in questo periodo di crisi che sta mettendo a dura prova i bilanci familiari, predisporre un reale Bonus bebè di almeno 1000 euro".

GA


PaternitÓ Oggi
Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere aggiornato
sulle news del sito e sulle novitÓ dell'Associazione PaternitÓ Oggi!






Ultimi 10 articoli di paternitaoggi.it
Il parto in casa: 10 domande da porre, prima di prendere una decisione
Il parto in casa: 10 domande da porre, prima di prendere una decisione
PapÓ mi rifaccio le tette! No, tu no!
Papà mi rifaccio le tette! No, tu no!
A quanto pare i genitori hanno anche questa colpa!
A quanto pare i genitori hanno anche questa colpa!
Attenzione ad offendere un ragazzo perchŔ insulti anche i genitori
Attenzione ad offendere un ragazzo perchè insulti anche i genitori
Sei un genitore creativo?
Sei un genitore creativo?