www.paternitaoggi.it

Home Page : Articolo : Stampa

CuriositÓ: il parcheggio fuori dalla scuola
Pubblicato il: 30/12/2011  Nella Sezione: CuriositÓ

 In Cina si è deciso, per evitare ingorghi all’uscita degli studenti da scuola, di penalizzare in condotta i figli dei genitori più “avventurosi”

C’è un posto dove non essere particolarmente dotati nel parcheggio potrebbe costare un voto in meno in condotta per il proprio figlio. Gli studenti cinesi della scuola primaria e secondaria nel distretto di Haidian dal prossimo anno rischiano infatti di ricevere una insufficienza in condotta nel caso i loro genitori fossero colti a commettere infrazioni al codice della strada. Lo riporta il sito di informazione Global Times.

CHI SBAGLIA PAGA DOPPIO - La campagna di educazione stradale partirà negli istituti scolastici in questione dal prossimo anno in base alle decisioni prese dal Congresso nazionale del Popolo del distretto, precisa il Beijing Morning Post. “Molti genitori parcheggiano le loro autovetture in maniera disordinata fuori dalle scuole, non rispettano le regole del codice della strada e contribuiscono ad aumentare il traffico”, ha affermato un ufficiale del distretto al Global Times. Per prevenire i parcheggi selvaggi sarà creato un apposito team nelle aree delle scuole composto da insegnanti e polizia stradale, con il compito di monitorare la situazione.

I BAMBINI NON DEVONO PAGARE PER I GENITORI - Non si tratta di una novità assoluta. Già altri istituti della zona hanno iniziato una sperimentazione simile. Nonostante le proteste dei genitori, questi hanno smesso di parcheggiare senza criterio. “Le macchine dei genitori nell’ora di punta rappresentano per noi un grave problema, e non possiamo fare nulla. In questa maniera un loro comportamento inappropriato macchierà la carriera del figlio” ha dichiarato un impiegato della scuola elementare sperimentale di Haidian. Risponde a stretto giro di posta una madre: “il traffico intorno alla scuola peggiora per colpa nostra, è vero, ma i bambini non possono essere puniti per una mancanza dei genitori”. Nessun commento dal provveditorato agli studi del distretto di Haidian.

Fonte: giornalettismo.com