www.paternitaoggi.it

Home Page : Articolo : Stampa

Sonno: alcuni consigli pi¨ o meno banali, ma piuttosto utili
Pubblicato il: 11/05/2010  Nella Sezione: Primi anni

Articolo da psychomer.blogspot.com . Nello scorso articolo abbiamo parlato del collegamento tra mancanza di sonno e sviluppo dei sintomi tipici del disturbo di attenzione e iperattività.

Il nocciolo della questione è però il problema, molto comune fra i genitori, di riuscire a mandare a letto i propri figli. Qui di seguito trovate alcuni consigli pratici ricavati dalla letteratura di riferimento e dalla mia esperienza pratica al nido e come tata, tuttavia se qualche genitore vuole condividere altri consigli che non sono riportati è caldamente invitato a scriverli tra i commenti. L'esperienza arricchisce noi stessi e può essere veramente utile per i genitori che hanno avuto/avranno gli stessi problemi!

Alcuni consigli per genitori con bambini in età scolare:

1. A LETTO PRESTO! Stabilite un orario che sia fisso per tutto il periodo delle elementari. I bambini, per dormire circa 11 ore dovrebbero andare a letto tra le 21.00 e le 21.30; gli studi dimostrano che chi va a letto prima dorme meglio.

2. STESSA ROUTINE: prima di andare a letto create una routine piuttosto fissa, questo riduce notevolmente i disturbi del sonno. (esempio: mettersi il pigiama, lavarsi i denti, baci a tutti i familiari e favola a letto).

3. UN BAGNO CALDO: l’acqua calda ha sicuramente un effetto riposante e rilassante sul corpo.

4. UN’AMBIENTE “RIPOSANTE”: l’ambiente è fondamentale, si dovrà fare attenzione alla temperatura delle coperte e dell’aria, nonché alla pulizia delle lenzuola e alla comodità del pigiama.

5. NIENTE CARNE E DOLCI: gli zuccheri e le proteine hanno un effetto riattivante sul corpo, a cena, preferite pane, pasta, patate…. Bere del latte caldo 15 minuti prima di dormire.

6. ATTIVITA’ FISICA: non è una novità! Lo sport e il movimento all’aria aperta favoriscono la riduzione delle energie corporee e con sé portano sonnolenza. (Ovviamente l’attività fisica non deve essere fatta prima di dormire, meglio invece preferire attività tranquille).

7. INSEGNA AL TUO BAMBINO COME RILASSARSI: puoi spiegare al tuo bambino come cercare di addormentarsi, ad esempio, chiudendo gli occhi e nominando tutte le parti del suo corpo … oppure perché non leggergli al buio una bella favola?

Cose da NON fare:

- Non mettere troppi giocattoli nel letto di tuo figlio; il letto infatti è fatto per dormire. Uno o due oggetti transizionali sono più che sufficienti per aiutarlo ad addormentarsi.

- Non usare mai il "mandare a letto" come una minaccia o una punizione. L'andare a letto deve essere un momento piacevole, atteso, di riposo, altrimenti sarà vissuto male e più probabilmente vi saranno disturbi del riposo.

- Non mettere la tv in camera ai bambini; farli addormentare così può essere veloce ma decisamente poco salutare ed educativo.

- L'ora prima della nanna deve essere dedicata ad attività "soft" che non comprendono ad esempio videogiochi e computer.

fonte: psychomer.blogspot.com
articolo di zazuxx01