www.paternitaoggi.it

Home Page : Articolo : Stampa

Guida ai congedi di maternitÓ e paternitÓ: "mamma e papÓ al lavoro", le informazioni del Gruppo Hera
Pubblicato il: 06/02/2011  Nella Sezione: Leggi e norme

Il Gruppo Hera ha realizzato, in collaborazione con i sindacati, una guida ai congedi di maternità e paternità, per informare i lavoratori sulle opportunità per conciliare lavoro e cura dei figli, frutto di una ricerca promossa dall’azienda in cui emerge lo scarso utilizzo dei congedi parentali fra gli uomini nella regione Emilia Romagna.

Nell’ottobre 2010 il Gruppo Hera ha realizzato, in collaborazione con Impronta Etica e l’Università di Modena e Reggio Emilia, una ricerca sull’uso dei congedi di maternità, paternità e parentali in 22 aziende emiliano-romagnole. La ricerca, presentata a Bologna all’interno del 7° Seminario internazionale “Politiche sui congedi in tempi di crisi economica” voleva capire il livello di utilizzo da parte dei dipendenti degli strumenti a disposizione per legge, sviluppare una maggiore consapevolezza delle aziende, registrare il livello di diffusione di strumenti volontari di sostegno alla genitorialità.

L’Emilia Romagna, secondo dati Inps, è tra le prime regioni in Italia per uso dei congedi parentali: nel 2009 sono stati 27.449, di cui, tuttavia, solo il 10% chiesti da uomini, dato che a livello nazionale scende al 7%.

Sebbene infatti, rispetto alla fruizione dei congedi parentali (volontari) sino all’8° anno di età del bambino la legge (D.Lgs. n. 151/2001) preveda uguali diritti per entrambi i genitori, a usufruirne è quasi esclusivamente la madre. La ricerca di Hera, che analizza il biennio 2008-2009, registra 88 casi di congedi parentali fruiti da uomini, con una durata media di 18 giorni a fronte dei 180 giorni massimi previsti per legge e dei 90 giorni minimi necessari per l’attribuzione alla coppia di un mese aggiuntivo di congedo. 1.619 sono invece i congedi parentali fruiti da donne: in particolare, dopo il congedo di maternità, il 67% delle donne ha attivato un congedo parentale (2 donne su 3) con una durata media di 5 mesi. Sul totale dei congedi parentali fruiti dal personale nelle aziende esaminate, solo il 5% è stato fruito da uomini a fronte di una presenza maschile del 40%.

Il focus sulle strumenti di flessibilità ha evidenziato che è prevalentemente in uso quello relativo all’orario di lavoro in entrata/uscita, mentre, sebbene sempre concesso, è scarsa la richiesta di part time post congedo da parte delle madri, soprattutto di quelle con responsabilità organizzative (il 2% contro il 9% delle madri senza responsabilità), e nulla è quella dagli uomini.

Oltre la metà delle aziende non attiva misure migliorative rispetto alla legge in termini di congedi e permessi per malattia dei figli, né sviluppa azioni di sostegno particolare alla famiglia e, dove lo fa, si impegna prevalentemente in sussidi per la cura dei figli e in supporti alla scolarizzazione.

In seguito alla ricerca, che ha evidenziato anche come le informazioni in azienda sugli strumenti di legge a sostegno della genitorialità siano veicolate prevalentemente attraverso gli uffici del personale, il Gruppo Hera, in collaborazione con i sindacati, ha prodotto un opuscolo “Mamma&Papà al lavoro. Opportunità e diritti per un equilibrio tra tempo di lavoro e di cura dei figli”, distribuito a ogni neoassunto/a e reso disponibile sul portale informativo aziendale. L’obiettivo è migliorare la conoscenza degli strumenti a disposizione dei lavoratori e diffondere un messaggio di “pari opportunità” tra uomini e donne rispetto alla cura dei figli, che viene ancora gestita quasi esclusivamente dalle donne.

Questa ricerca sui congedi parentali si inserisce per Hera in una più vasta azione di individuazione e sviluppo di pratiche di conciliazione tra vita privata e vita lavorativa, nonché di promozione delle pari opportunità tra uomo e donna in tutti gli ambiti della vita aziendale (Hera ha siglato nell’ottobre 2009 la Carta per le pari opportunità e l’uguaglianza sul lavoro), nella consapevolezza che la valorizzazione delle diversità individuali e delle esperienze di vita dei lavoratori rappresenta un valore fondamentale per l’impresa e per il suo successo.

www.gruppohera.it